Tamdhu

La distilleria Tamdhu nasce nel 1897 dal sogno di alcuni commercianti scozzesi di produrre il miglior whisky possibile. Per questo fu necessario un grosso investimento di denaro, il resto lo fece la loro grande passione. Acquistarono una struttura sulle rive del fiume Spey e chiamarono Charles C Doig, il miglior architetto ed ingegnere dei tempi, che costruì una distilleria profondamente innovativa con utilizzo delle più avanzate tecnologie e la selezione delle botti del miglior Sherry spagnolo.

Una storia piena di coraggio quella di Tamdhu, dove però non viene meno la competenza e la lungimiranza.

L’avventura di Tamdhu continua con successo fino al boom del whisky degli anni ’70, periodo in cui, per far fronte alla crescente domanda, aggiunge 4 alambicchi alla sua catena produttiva, un trend positivo che viene però interrotto nel 2010.

Fortunatamente nel 2011 l’impegno e l’ambizione dei primi fondatori infiamma il cuore di un altro sognatore che decide di riaprire la distilleria e continuare la produzione di whisky con la stessa visione e filosofia di un tempo: solo il meglio!

Tamdhu ora è ritornata agli antichi splendori ed è fiera di utilizzare, come da tradizione, solo le più pregiate botti del miglior sherry spagnolo di Jerez minuziosamente controllate.

Questo, unito alle note torbate e alle cristalline acque della fonte sono le basi per ripercorrere la strada tracciata dai fondatori per produrre un ottimo whisky passato alla storia come il miglior whisky di sempre.